Zentai, il feticismo grazie a una tuta aderente

Zentai, una parola e sei lettere misteriose. Di cosa parliamo? Per qualcuno è pura arte, per altri qualcosa di più. Per la precisione una pratica fetish. Fatto sta che praticare lo zentai ha un certo fascino.

Vediamo allora di cosa si tratta? Innanzitutto per metterlo in atto tra le quattro mura di casa e in totale privacy occorre indossare una tuta molto aderente, generalmente in lattice, sopra al corpo completamente nudo.

Tutto questo perché nello zentai la propria figura totalmente fasciata diventa la vera arte di seduzione. Chiariamo: neppure il viso va svelato. Da capo a piedi, ogni centimetro della vostra pelle deve essere coperto.

Qual è dunque il punto di forza dello zentai, vi chiederete. E noi ve lo diciamo: con questa pratica i protagonisti scelgono di provare piacere non dalla classica penetrazione o dalle sensazioni che nascono dallo sfioramento o dal contatto visivo, ma esclusivamente dall’avvicinarsi di corpi che si sfregano, che si cercano. Un’eccitazione che cresce insieme al calore che si crea tra due persone.

Zentai, per la precisione, è un'arte erotica di origine giapponese, nata intorno agli anni ’80. Un mezzo che permette dunque di vivere una sessualità quasi innocente fondata su sospiri, il tocco di mani, gambe, glutei. Cose ormai dell'altro mondo, eh.

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2014