Excite

Verrayes, la prostituzione si combatte con la videosorveglianza

Il Comune di Verrayes, Aosta, dice no alla prostituzione. Primo passo: l'installazione di undici telecamere lungo un tratto di strada di un chilometro, in località Champagne, ove numerose ragazze stazionano ogni giorno.

Come ha spiegato il sindaco Erik Lavevaz: 'La videosorveglianza è stata studiata per sanzionare queste infrazioni. Da qui, la consistente riduzione del notevole afflusso di auto ha determinato la fine del mercato del sesso. L'impianto elettronico sarà sperimentale fino al 5 gennaio, poi partiranno le sanzioni per chi non rispetterà l'ordinanza di divieto di sosta a bordo strada e, in particolare, di transito sul collegamento stradale a senso unico vicino alla fermata dei pullman, a Champagne'.

Gli occhi elettronici, tra l'altro, controlleranno anche la viabilità e gli ingressi in paese. Impianti finanziati con la legge regionale fino al 60 per cento. L'amministrazione comunale ha speso 15 mila euro dei 35 del costo totale. Ma le prostitute non ringraziano.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018