Excite

Verginità all’asta, una rumena chiede 50mila euro

Altro che appartamenti o automobili. Vendesi verginità, l’ultima moda tra le ragazze. A caderci anche la giovane rumena Alina Percea di Caracul. Diciotto anni e una richiesta di 50mila euro.

Guarda la gallery di Alina Percea

Dopo il caso dell’americana Natalie Dylan e la provocazione della nostra Raffaella Fico, la spregiudicata Alina – 1,73 di ragazza - chiede in cambio della sua innocenza la congruente cifra su citata per potersi così pagare gli studi. Ma a due giorni dalla scadenza, le offerte sul sito languono. Tutto tace, o quasi: si è fermi a 5 mila euro. E la notizia ha il sapore di sconfitta.

Si spera allora nella pubblicità che il tabloid Sun sta regalando in queste ore alla vicenda. "Voglio incontrare un uomo gentile, rispettoso e generoso - ha raccontato Alina - ho un certificato del ginecologo che prova che sono vergine".

Qualsiasi cosa pur di concedersi al migliore acquirente, rapporti non protetti compresi. E il desiderio che l’atto non significhi un solo incontro con il fortunato - no a "una botta e via", per intenderci - ma una serie di appuntamenti galanti per giungere poi al clou: "Voglio che la mia prima volta sia speciale, non voglio una sveltina. E se il mio uomo mi dimostrerà di essere generoso potrà restare con me per l'intero weekend, ma dovrà pagare sia il viaggio che l'albergo". Certo, in fondo cosa vuoi che siano due spiccioli in più rispetto a una verginità comprata come al supermercato.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017