Excite

Una vita di orgasmi: ragazza inglese malata di PSAS

Immaginate che ogni minima vibrazione provocata ad esempio dal passaggio di uno treno o dal motore di un autobus o di un tosaerba da giardino o, addirittura, dal movimento ritmico della fotocopiatrice dell’ufficio, riesca a darvi senzazioni da urlo, portandovi all'orgasmo. Che vita sarebbe?

Non è una barzelletta ma realtà scientificamente provata dalla storia di una giovane 24enne inglese, Sarah Carmen, affetta dalla sindrome chiamata PSAS "" (Sindrome da Eccitamento Sessuale Permanente), che comporta l'aumento del flusso sanguigno agli organi sessuali.

Sarah, che ha raccontato la sua vita da "200 orgasmi al giorno" al News of the World, è costretta a subire questa piacevole tortura all’incirca una volta ogni 5 minuti dall'età di 19 anni, età in cui si è manifestata la sindrome. "A volte faccio così tanto sesso che mi annoio, ha raccontato la ragazza in un’intervista durante la quale ha avuto cinque orgasmi, "ma direi che gli uomini con i quali dormo non devono fare grandi sforzi con me, perché raggiungo il piacere molto facilmente".

La ragazza lavora in salone di bellezza come estetista, e la sindrome le causa parecchi problemi: "ricordo che una volta stavo facendo una ceretta inguinale, racconta Sarah, "e non potevo andarmene, così ho fatto finta di avere un crampo al piede per soffocare i sospiri, fino a quando il momento è passato. Ormai le mie colleghe lo sanno: se faccio un colpo di tosse e corro in bagno, portano alla cliente una rivista e una tazza di tè…"

La PSAS è una disfunzione che comporta un maggiore flusso di sangue agli organi genitali, e i medici non sanno bene come affrontarla. Non esiste una cura specifica, ma si possono usare dei gel anestetici per intorpidire le sensazioni.

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017