Excite

Turismo sessuale, un mercato sempre più ampio

Si sa da sempre, il turismo sessuale è un qualcosa di difficile da abbattere, e i numeri - accanto a corpi e volti - crescono di anno in anno, affliggono e fanno pensare.

Solo nel 2008, secondo le stime dell'Organizzazione Mondiale del Turismo, si è arrivati a toccare una cifra enorme come novanta milioni di viaggiatori del sesso. Persone che hanno scelto la loro meta turistica in funzione dell'offerta sessuale del posto. Paesi interi che diventano veri e propri parchi giochi hot e compagnie aeree che, in minima parte, cercano di combattere queste azioni.

Ma oggi è tutto più facile rispetto a un tempo: collegamenti internet che permettono di organizzare in pochi minuti la propria trasferta, resort che mettono a disposizione la privacy necessaria per gli incontri proibiti. E la tragedia si consuma.

Le storie, racconta il Corriere.it, arrivano dal reportage di Le Nouvel Observateur che racconta per filo e per segno i luoghi ove regna la prostituzione.

Sud-Est asiatico, Paesi Baltici: è soprattutto qui che uomini ricchi e alla ricerca di emozioni, atterrano per sfamare i peggiori istinti sessuali. Certo, i loro dollari permetto pure di far vivere famiglie intere altrimenti costrette alla miseria, ma basti pensare che in Thailandia la legge vieta la prostituzione dagli anni Sessanta. In realtà, poi, si chiude un occhio e 2,5-3 milioni di persone arrivano a vendere il proprio corpo, rischiando anche di contrarre malattie mortali. L’Aids su tutte.

Un reportage, come quello di Le Nouvel Observateu, tocca anche le terre della Moldavia, e il mercato del sesso in genere, una mappa della vergogna controllata da personaggi ben noti. La loro nazionalità? Soprattutto bulgari, nigeriani e camerunensi, mentre i sudamericani operano in Spagna e i turchi in Germania.

Come spiega Jean-Marc Souvira, direttore dell'Ufficio centrale di repressione della tratta degli esseri umani (Ocrteh), su Hebdo. "Esistono tre tipi di prostituzione: quella, visibile, della strada, quella degli hotel, più discreta, e poi quella della pseudo-agenzie di modelle che reclutano giovani donne attraverso falsi concorsi di bellezza".

Qualunque siano le tipologie, il problema persiste ed è amaro ammetterlo all’alba del 2010.

Photo: Cyberpresse.ca

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017