Excite

Treviso: l'azienda lo licenzia, apre un sexy shop

Non è certo la prima storia di rinascita attraverso il sesso, ma Valentino Scottà, 41 anni, sposato e con due figli, è l'ennesima dimostrazione che ci si può sempre rialzare in piedi.

Valentino lavorava all'Ape di Refrontolo - siamo nella provincia di Treviso - quando la crisi l'ha lasciato a casa. Il lavoro dunque non c'era più, ma il mutuo sulle spalle da pagare sì. E allora 'ho passato giorni terribili, ma poi ho deciso che non potevo diventare un parassita a carico allo Stato'.

Così si è rivolto a Diego Bortolin, titolare di una catena di sexy shop, con quasi cento punti vendita in tutto il Belpaese. Poi ha deciso di ipotecare la casa e di aprire un punto vendita in franchising dato che 'il settore sembrava produttivo e ricco di opportunità. Ho investito tutti i risparmi e i soldi del mutuo per rilevare un negozio di gadget erotici. Inizialmente non riuscivo a trovare un punto vendita adatto, ma poi ne ho trovato uno a San Giovanni del Tempio di Sacile e la mia vita è cambiata in meglio. Una scelta che si è rivelata vincente'.

Gli affari infatti vanno a gonfie vele e 'i sorrisetti di qualche conoscente non mi turbano. Alla fine del mese ho sempre i soldi per pagare la rata del mutuo. Posso mandare i figli a scuola senza fare i salti mortali e anche pagare regolarmente le bollette. Vendere oggetti che danno piacere sessuale non mi turba: non sono un maniaco. Questo è semplicemente un lavoro'.

E sua moglie? 'Ha condiviso la mia scelta e adesso è contenta anche perché pagare il mutuo non è più un supplizio, ma una gioia'. Questa sì che è intraprendenza.

Photo: 2 dogs @ Flickr

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017