Trento, cena sexy gay all'Università

Alla facoltà di Sociologia dell'Università di Trento non ci si annoia certo. Lo scorso anno, alcune porno lezioni. Adesso, la rassegna Universinversi sul tema dell'omosessualità.

E tra gli appuntamenti, una cena-aperitivo Sex, food and revolution con un menù provocatorio, come recitava il volantino pubblicitario: finocchi al rogo, partigiana di melanzane antifascista, triangolini queergasmici, dita dell'orgasmista.

Apriti cielo. Il preside Bruno Dallago ha detto no e, pur di bloccare la serata, ha fatto chiudere a chiave l'aula 13 al primo piano della facoltà, luogo ove si sarebbe dovuta svolgere la cena. Ma la vicenda non si è conclusa affatto. E nonostante un'accesa discussione tra studenti e Dallago, i ragazzi hanno occupato nuovamente l'aula. Morale della favola: la cena si è svolta regolarmente e ha visto la presenza di oltre 50 persone.

E se Dellago ammette che non poteva vietare l'evento, ma certamente non l'ha autorizzato, gli organizzatori spiegano che 'in questa facoltà bigotta non si può pronunciare la parola orgasmo, affrontare il tema della sessualità e non si può parlare di gay, lesbiche e trans in modo libero e diverso dal solito. Quel che è certo è che la posizione del preside è pericolosa: la sua delegittimazione del nostro evento è di fatto la legittimazione di chi si sente in diritto di pestarci'.

Photo: Seattleweekly.com

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo Attualità - Excite Network Copyright ©1995 - 2014