Excite

Squillo moderne: laureate e digitali

Laureate, poliglotte, amamo il web e i programmi giornalistici. E' il ritratto della squillo italiana del 2008. A sostenerlo è uno studio condotto dall'Associazione Sessuologi su un campione di 386 giovani prostitute a domicilio, a cui è stato sottoposto un questionario telefonico in forma anonima. Dunque la prostituta vecchio stampo, quella che aspettava il cliente sul marciapiedi e stata sorpassata dal nuovo modello di 'squillo digitale'.

La ricerca mostra anche una rivoluzione negli orari di lavoro: il 16% preferisce, infatti, esercitare la sera, mentre il 26% sceglie di dedicarsi ai clienti nella più proficua pausa pranzo, ovvero tra le 13 e le 15. Il restante 43% lavora durante varie fasce del giorno.

Tutto questo per avere maggior tempo da dedicare all'arricchimento del proprio spirito: il 17% dichiara di prostituirsi per pagare gli studi, il 29% del totale legge 5/6 libri all'anno, e il 38% legge un quotidiano al giorno. Il 27% sa muoversi su Internet: le giovani squillo si avvalgono principalmente di questo mezzo per procacciarsi clienti da invitare a casa.

Le prostitute moderne non amano i reality. Il Grande Fratello è considerato un programma trash, volgare dal 57% del campione, e "Amici" è giudicato illusorio dal 33%. Da vera intellettuale la prostituta moderna apprezza trasmissioni come "La Storia siamo noi" (18%) di Giovanni Minoli.

Segue un altro talk show di successo, "Le Invasioni Barbariche", al top delle scelte del 14%, che trova estremamente accattivanti le interviste di Daria Bignardi. Piaccione maggiormente alle prostitute i programmi tv serali di informazione e satira, come "AnnoZero" di Michele Santoro (12%) e il 27% segue con molto interesse "Porta a Porta".

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017