Excite

Sì al condom se il partner ha l'Aids

Qualcosa si muove? Chissà. Fatto sta che la Chiesa cattolica dovrebbe modificare la propria dottrina sull'Aids e l'uso del preservativo.

A dirlo, ed è qui che nasce la notizia, è proprio un religioso, tale Klaus Kung, vescovo austriaco e membro dell'Opus dei.

In un intervento pubblicato sul giornale conservatore Tagespost, il vescovo di Sankt Polten ha infatti tenuto a precisare che il condom non è lo strumento adeguato a prevenire la pandemia generale. Tuttavia, 'posso immaginare che si possa permettere, o addirittura offrire, l'uso del preservativo in alcuni casi concreti della coppia, ossia quando uno dei due partner è infetto, per una difesa relativamente migliore, sebbene non assoluta, dell'altro partner'.

Una posizione che sconvolge un po tutti ma non in contrasto con l'enciclica Humanae vitae, spiega il vescovo, dato che 'in una situazione del genere non è la contraccezione l'obiettivo di usare il preservativo, ma la protezione degli altri'.

Photo: Patrn @ Flikr

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017