Excite

Sexy shop, da operai a imprenditori

Che il racconto a seguire sia una sorta di buon augurio per quelli che, nel 2009, hanno perso tutto e stentano a risalire. Perché c'è chi, nella stessa situazione, ha trovato il coraggio di osare.

Se si rimane senza lavoro dopo trent'anni di catena di montaggio, cosa si fa? Due ex operai hanno preso la palla al balzo e hanno inaugurato prima un sexy shop, poi un'intera catena.

Le Tentazioni - questo il nome – oggi conta quattro shop sparsi tra Treviso e provincia (San Vendemiano, Pederobba e Bassano).

Una storia che ha dell'incredibile se si pensa che i due protagonisti, fino a poco tempo prima, erano fuori dal settore hard. Ma per Roberto Squeri, 48 anni, e Marco Pizzolotto, 51 anni, questa scelta si è rivelata vincente.

Il caso vuole che un giorno, per scherzo, i due amici scrissero il gioco dell'oca in chiave erotica. Da qui, l'idea di proporlo a un distributore di giochi erotici per metterlo in vendita e Diego Bortolin, fornitore di sexy shop, lo comprò.

Come racconta Roberto: "Fu lui a darci l'idea di aprire un sexy shop, noi all'inizio restammo sorpresi. Ma perché mai dovremmo farlo? Poi riflettemmo. Ne parlai con Tiziana, mia moglie. E ci dicemmo: perché no? Restava il problema che non ne sapevamo un accidenti di queste cose. Ma Diego ci convinse. Ed è stata la nostra fortuna".

Oggi i due imprenditori danno lavoro a tre commesse - donne rimaste senza lavoro - e si danno da fare per soddisfare gli habitués dei loro negozi, uomini e donne fra i 35 e i 45 anni che acquistano soprattutto video, lingerie, bambole gonfiabili e vibratori.

Ma Roberto e Marco ci tengono a sottolineare: "Siamo gente perbene, abbiamo una famiglia normale. Ricominciare a 40 anni suonati non è stato facile, e di sicuro non diventeremo mai ricchi, ma il nostro è uno tra i lavori più divertenti del mondo e lavorare divertendosi è essere già ricchi".

Photo: noquarterusa.net

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017