Excite

Sesso: il 60 per cento dei giovani mente

A chi non è mai capitato di inventare dettagli piccanti riguardanti la propria vita sessuale? Una carriera da Don Giovanni che, a conti fatti, si può solo sognare.

I ragazzi americani, poi, sono bravissimi. Tutti discendenti della stirpe di Pinocchio, visto che il 60 per cento di boys, età compresa tra i 15 e i 22 anni, mente e spudoratamente.

A smascherarli (finalmente) arriva la ricerca commissionata dalla rivista Seventeen in collaborazione con l'associazione non-profit Campaign to Prevent Teen and Unplanned Pregnancy. I risultati ufficiali verranno pubblicati a marzo, ma ci è già dato sapere qualche anticipazione dello studio condotto su 1.200 ragazzi.

Questi, invitati a rispondere anonimamente a 42 domande sul sesso e sulle relazioni, hanno stupito come non mai. Se il 45 per cento ha ammesso di essere vergine, il 60 per cento ha confermato di di aver mentito su qualcosa legata a un presunto rapporto sessuale. Nel dettaglio, il 24 per cento ha mentito sul numero delle partner, il 23 per cento sul fatto di non essere più vergine.

Dallo studio è emersa anche una triste realtà: il sesso è sempre più a rischio. Il 57 per cento degli intervistati ha infatti dichiarato di aver avuto rapporti sessuali non protetti, mentre il 53 per cento ha detto di aver parlato almeno una volta con un genitore di prevenzione.

Infine, un mito che mai si sfaterà: la diversità tra lui e lei. Per il 52 per cento dei ragazzi, tante esperienze sessuali rendono popolare un maschietto, mentre hanno l'effetto contrario su una donna che diventa, in quel caso, una poco di buono.

Photo: Dailymail.co.uk

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017