Excite

Sesso e prostituzione in Giappone

La rivista Shukan Taishu ha intervistato più di cento prostitute entrando nei dettagli della loro professione, dalle diverse prestazioni da loro fornite, ai guadagni e ai clienti preferiti.
Secondo l'inchiesta la categoria più remunerata è quella delle ragazze che lavorano nelle saune. "Guadagno quasi mille euro al giorno incontrando quattro o cinque clienti. È un'ottima cifra, considerando anche che io non sono una ragazza delle più richieste", ha raccontato Higuchi, 22 anni, che lavora al Don Juan, nel quartiere a luci rosse di Yoshiwara. Una prestazione sessuale di Higuchi dura 120 minuti, e il suo stipendio batte quello di un direttore di una azienda di medie dimensioni.

Un'altra categoria delle lavoratrici del sesso nipponica è rappresentata dalle massaggiatrici. I loro guadagni sono inferiori a quelli delle ragazze delle saune, circa 600 euro al giorno, ma sono nettamente inferiori anche il livello dei locali in cui lavorano e il tempo che dedicano a ogni cliente.
Una buona percentuale delle ragazze che lavorano nelle saune ha confidato alla rivista di avere una predilezione per gli uomini di quarant'anni e dalla personalità brillante, e di essere entrata in confidenza con alcuni dei clienti più assidui. Solo il 2,5 per cento delle massaggiatrici, invece, ha dichiarato di avere tempo e voglia di conoscere meglio alcuni dei propri clienti.

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017