Excite

Quando il porno diventa un lavoro

Giovani, carine, disoccupate e pronte a tutto. Sono le lavoratrici di oggi, quelle disposte anche a farsi riprendere da siti web a luci rosse. Ed è tutto legale.

Lo sanno bene i jobcentres britannici di Birmingham, nel Warwickshire e nello Shropshire, quelli che fanno riferimento direttamente al governo e che, da qualche giorno, offrono nuove opportunità di lavoro hard. E il guadagno può raggiungere anche 700 sterline alla settimana.

Come si svolge l'offerta? Con un vero e proprio pacchetto che prevede uno streap tease integrale via webcam e conversazioni sessualmente esplicite con i clienti. Le selezioni delle candidate - devono avere almeno 18 anni, essere frizzanti e disporre di una propria connessione internet - avvengono soprattutto presso i jobcentres denominati Plus che propongono poi alle prescelte tre diverse soluzioni: Just Legal 18, Fetish e Gioco di ruolo.

Ma sono in molte a dire no e l'indignazione è generale. Se a Birmingham il procuratore Khalid Mahmood ha proposto un'inchiesta ufficiale, una portavoce di Mediawatch-UK, l'organizzazione che si occupa di preservare i tradizionali valori della famiglia nei mezzi di comunicazione, ha chiesto che le inserzioni vengano rimosse. 'Abbiamo già abbastanza problemi con i giovani e non vogliamo che incontrino pure persone senza scrupoli che li spingano nell'industria del sesso'.

Photo: Dailymail.co.uk

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017