Excite

Porno, sempre più scene di stupro

Il problema di base sta nella legalità non condivisa dalla maggior parte degli esseri umani. Quella legalità che permette di filmare e simulare violenze sessuali per stimolare il piacere maschile.

Stupri, incesti e altre forme di perversione sessuale sono sempre più dominanti del settore del porno, inutile negarlo. Migliaia, ad esempio, i titoli che riguardano lo stupro. Basti pensare alla vera e propria serie 'Stupri italiani' giunta a ben 18 produzioni diverse.

Una domanda sorge spontanea: qual è il confine tra finzione e realtà? La sessuologa Linda Rossi, specializzata in Sessuologia Clinica, ha sottolineato il crescere del fenomeno. 'Questo tipo di prodotto, è chiaro, viene fruito per trarne del piacere. Ovvio che chi ha un senso etico non può provare piacere a guardare immagini di violenza. Questi prodotto sono cercati invece da chi desidera qualcosa di forte, ma non sa basarsi su qualcosa di forte e di intenso all'interno di se stesso come maschio. Allora va a cercare immagini forti'.

Patologie riscontrate in tutto ciò? 'Se di patologia si può parlare è un'identità maschile fragile con, probabilmente, anche delle esperienze di violenza vissute in passato, subìte e quindi erotizzate'.

Ma a esserne colpiti, e qui sta uno degli aspetti più pericolosi, sono soprattutto i giovani. Quelli che 'si mettono davanti a internet, la donna li scopre ed è ferita, e il rapporto va in crisi'.

A sentire la sessuologa, ci sono dunque maschi che si rinchiudono limitando la loro sessualità a questo tipo di eccitazione. Null'altro. Ma uno spiraglio di luce c'è, ed è merito dei sentimenti. 'Quando gli uomini amano, non arrivano ad attuare questo tipo di violenza'.

Photo: Reportit.me.uk

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017