Excite

Porno: sempre meno sceneggiature nei film hard

È una realtà: i film a luci rosse attirano più per le azioni che per i dialoghi. E solo gli ipocriti potrebbero contestare questa affermazione. Oggi poi, la situazione in tale campo è davvero difficile.

Un primo allarme arriva dall'attrice Savanna Samson: i film sono sempre più scene di azione. Di sesso. E le parole, gli scambi di pensieri tra i protagonisti? Mai stati, o se c'erano, ora sono del tutto spariti.

L'industria pornografica non ha mai puntato più di tanto sulla comunicazione verbale. Attualmente si girano scene sempre più brevi e 'di sostanza'. Scelta ideale per caricare questi filmati sul web in pochi minuti o per montarli velocemente. E via con un altro. A sfornare pellicole come brioche.

Steven Hirsch, co-presidente della Vivid Entertainment, una delle imprese di porno più fertili – una produzione di 60 film all'anno - la sa lunga: "Su Internet l'attezione di un utente va dai 3 ai 5 minuti. E noi dobbiamo tener conto di questo dato". Certo, come no. Ecco allora il perché di tanti film porno ridotti a delle vignette.

Con la diminuzione dei costi di videocamere e di programmi per il montaggio, poi, chiunque può produrre un filmino porno. E l'acquisto di dvd diminuisce sempre più. Colpa anche di Internet, capace di mostrare scene hot a pubblico di ogni genere 24h su 24.

Ecco allora che parte la geniale idea di condividere contenuti hot sul web, magari offendo agli utenti degli abbonamenti con cui poter scaricare scene o film interi.

E i plot? Anche quelli scarseggiano. Tra gli ultimi film a ricever un po’ d’attenzione, quello prodotto dalla New Sensations, studio che gira ben 24 film al mese, ovvero Girls ’n Glasses. La storia? Un collage di scene di donne che fanno sesso indossando un paio di occhiali. Forse c'è davvero qualcosa che non va...

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017