Excite

Porno in crisi? Ecco le (probabili) soluzioni

Da quanto tempo lo diciamo? Il settore del porno non se la passa tanto bene. Playboy naviga in pessime acque, i consumatori si rivolgono sempre più al web e il cinema hard boccheggia.

Ecco allora profilarsi all'orizzonte alcune soluzioni da prendere con le pinze, ovvio. Sulla scia di Avatar, ad esempio, si parla nuovamente di porno 3D. Tentativi già promessi in Giappone e dal nostro Tinto Brass, oltre a vere e proprie sale hot tridimensionali.

Si ipotizza anche il lancio di nuove pornostar che vadano a distinguersi dalle attrici già conosciute e tutte prodotte in serie. Basta alle chiome bionde platino, ai seni prosperosi e siliconati. La ragazza della porta accanto potrebbe essere la nuova stellina hard del futuro.

Altre proposte: migliorare la qualità dei video e scindere il porno in sempre più settori: quello dedicato ai gay, il porno soft per le donne e così via. Filoni che in molti già seguono, ma la maggior parte dei registi, ahinoi, prosegue con il porno spiccio.

E c'è chi infine propone di vietare il porno, mettendo dei paletti all'industria - sia sul web che nel cinema - in modo che i frutori realmente interessati arrivino a sborsare cifre consistenti per trascorrere qualche ora di piacere.

Photo: The Sun

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017