Excite

Porno, è boom in Africa

Per qualcuno è assai difficile crederci con tutti i problemi che hanno in quelle zone. Eppure anche in Africa è boom di porno.

La genesi è semplice: tutto parte dai venditori ambulanti che offrono film hot in forma pirata, ma anche dalla diffusione di fotocamere e videocamere a basso costo che permettono a sempre più persone di cimentarsi con la produzione di video amatoriali tra le mura di casa (per chi ne ha una). A Nairobi, nello specifico, il business a luci rosse pare dia molte soddisfazioni, anche economiche. E se spesso si fa ma non si dice, ecco spuntare annunci erotici sulla stampa locale, lanciarsi nella prostituzione da un giorno all'altro, e così via.

Insomma, è l'Africa dei due volti. Quella che da una parte si apre e si concede piaceri proibiti, ma anche quella che dovrebbe seguire le rigide regole sulla castità imposte da chiese e moschee. Un esempio su tutti lo dà l'Economist: l'Uganda.

Qui i politici sostengono una legislazione repressiva sull'omosessualità, ma poi mostrano un atteggiamento ipocrita nei confronti della prostituzione. Quasi la tollerano. La settimana scorsa, ad esempio, il ministro dell'Etica James Buturo ha cancellato una conferenza regionale sui lavoratori del sesso che avrebbe avuto un grande scopo: trovare un modo per limitare le malattie trasmesse sessualmente e migliorare le sempre più precarie condizioni di vita delle prostitute. L'ennesima occasione persa, insomma. L'ennesimo chiudere gli occhi di fronte a ciò che non si vuole vedere perché quasi quasi fa comodo.

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017