Excite

Playboy in crisi? Colpa di Hugh Hefner

Tette al vento, playmate nude. Ma da qualche tempo Playboy è anche profonda crisi. La colpa? Di Hugh Hefner, padre padrone della rivista maschile più celebre del mondo.

Certo, Playboy è un marchio che negli anni passati ha fruttato fin troppo. Niente contraffazioni e imitazioni per un coniglio registrato e da un giro d'affari e di merchandising stimato intorno ai 700 milioni di dollari. Rivista, canali televisivi, abbigliamento, accessori, profumi e così via.

Poi però, un cattivo giorno, è arrivata la crisi anche a causa dell'errata gestione di Hefner. Negli ultimi mesi ad esempio, l'uomo avrebbe rinunciato a ben due proposte di acquisto che avrebbero potuto salvare in corner la situazione.

Interdire il vecchietto? Magari. Da qui, l'idea di una mossa degli azionisti nei confronti del presidente. Ma al momento tutto tace e un dubbio lecito si fa strada: vuoi mai che lui a 83 anni, due mogli, quattro figli e una lista infinita di fidanzate platinate, non sia più capace di gestire un impero del genere? Possibile, anzi quasi certo. Ma Hefner si sente ancora un ragazzino e non molla.

Poco importa se mentre l'azienda va a rotoli, lui non muove un dito per paura di perdere le sue donne, la vita mondana e la sua pepata attività sessuale (con tutti i rischi del mestiere). Spiacenti, l'arzillo e libidinoso uomo d'affari resiste (per ora).

Photo: Collegecandy

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017