Excite

Non è reato filmare sesso con il partner

Filmare rapporti sessuali senza avere chiesto precedentemente il consenso al proprio partner non è reato perchè non rappresenta una violazione della privacy; ovviamente se e, solo se, il nastro resta oggetto di intimità domestica.

A stabilirlo la Corte di Cassazione che, con la sentenza 1766, ha assolto un 50enne romano. L'uomo che aveva ripreso e registrato le serate hard con la sua donna aveva avuto la delicatezza di non diffonderle, decidendo di restituirle all'ex compagna quando si erano lasciati come "ultimo dono d'amore". L'uomo era stato condannato a 4 mesi in Corte d'Appello prima di far ricorso in Cassazione.

La Suprema Corte ha accolto il ricorso del 50enne: "l'art. 615 bis del Codice Penale tende a tutelare la riservatezza della vita individuale contro le interferenze illecite nella vita privata di ognuno, ma sempre che tali interferenze provengano da terzi, rimasti estranei alla conversazione oggetto di registrazione" recita la sentenza.

Secondo i giudici la legge "pone l'accento sull'impossibilità di rilevare interferenza nella propria vita privata della persona ammessa a farvi parte, sia pur estemporaneamente, in condizione di reciprocità". Per la Cassazione infine "è irrilevante che poi la convivenza tra lui e la persona ripresa sia cessata" e "non si vede come attribuirgli il reato per la ripresa di immagini che concernono anche la sua persona nell'ambiente ad entrambi riservato".

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017