San Francisco, chiude l'ultima libreria gay

Non sono mai buone notizie queste, soprattutto se si tratta di cultura. E allora sappiate che a San Francisco chiude in questi giorni l'ultima libreria specificatamente lgbt. Per la precisione l'unica sopravvissuta della catena 'A Different Light' giunta ad avere quattro punti vendita.

Non tutto è perduto, certo. Al momento si sa infatti che l'attività continuerà seppur solo online.

'A Different Light', che diede alla luce la sua prima libreria nel 1979 a Los Angeles, aprì la succursale di San Francisco nel 1986, in piena Castro Street, cuore del quartiere gay della città. All'inizio fu gestita da Terry Anderson, a quel tempo compagno dello scrittore Armistead Maupin. Nel 1987, la struttura passò poi a Richard Labonte.

Nel corso degli anni la libreria è stata centro di diffusione di cultura e, oltre a vendere libri, si è occupata di organizzare mostre, incontri e varie attività di sostegno alla comunità lgbt.

La notizia delle serrande abbassate è stata, inutile sottolinearlo, accolta con tristezza dalla comunità lgbt internazionale. 'Purtroppo assistiamo alla chiusura, una dopo l'altra, delle più grandi librerie lgbt al mondo - ha dichiarato il gestore di Gay's The Word, libreria londinese - Tutti loro sono stati pionieri nelle lotte per la consapevolezza e i diritti gay. Queste librerie sono la mente, il cuore e l'anima della comunità lgbt, istituzioni che hanno alimentato tutto ciò che di unico e speciale è in noi, ma che adesso dobbiamo alimentare noi stessi'.

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo Attualità - Excite Network Copyright ©1995 - 2014