Excite

L'amore è cieco? Sì, è questione evolutiva

"L'amore è cieco" non è soltanto un detto ma poggia su basi scientifiche. Lo conferma una recente ricerca condotta da un team di docenti della Florida State University di Tallahassee. L'amore infatti attiva regioni del cervello che inibiscono la nostra curiosità nei confronti di altre persone attraenti.

Come sostengono i ricercatori della Florida University le persone innamorate sono molto meno attente alla bellezza e al fascino delle persone del sesso opposto. Gli esperti in fase di sperimentazione hanno mostrato a più di 50 individui eterosessuali una serie di immagini chiedendo loro di esprimere le emozioni che sentivano guardando una persona che non fosse il proprio partner.

E' risultato che per i giovani innamorati tra le persone mostrate non c'era bellezza che reggesse il confronto con il proprio 'adorato'. Addirittura chi era innamorato ha espresso sentimenti di repulsione nei confronti delle figure di persone più attraenti.

"Abbiamo scoperto - ha detto Jon Maner, coordinatore della ricerca - che quando le persone pensano di essere innamorate dei loro attuali partner, la loro attenzione visiva ha respinto, piuttosto che afferrato, l'immagine attraente di una persona del sesso opposto".

"L'unica spiegazione - continua lo studioso - può rifarsi a elementi evolutivi. La repulsione nei riguardi di altri eventuali partner possa servire per incrementare l'impegno che si applica al proprio rapporto per favorire la riproduzione della specie".



[Nella foto 'Psiche rianimata dal bacio di amore', Antonio Canova 1793 Parigi Louvre]

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017