Excite

La pillola compie cinquant'anni

Un compleanno, una data da ricordare, ma non ovunque. Perché se la pillola compie cinquant'anni negli Stati Uniti, da noi è molto più giovane. Trentanove anni, anzi no, facciamo trentacinque.

Negli anni Cinquanta, la sperimentazione delle prime pillole avvenne su donne-cavie di Portorico, Haiti e Messico. Poi, lo sbarco sul mercato statunitense. Nel 1961, il farmaco venne registrato in Germania e, una decina d'anni dopo, arrivò anche in Italia. Fatto sta che il suo percorso, almeno nel nostro Paese, è sempre stato difficile. Consultori pubblici in cui, dal 1975, venivano date informazioni e prescrizioni contraccettive gratuite alle donne anche se, ovviamente, mancava il permesso del Vaticano. Poi la pillola cominciò a essere assunta per ingrassare o per dimagrire, per combattere il mal di testa, regolare le mestruazioni e controllare l'acne. Un classico.

Ma nel 1968 Paolo VI bocciava il vergognoso farmaco e, nel corso degli anni, si dava vita a una serie di leggende per sconsigliarne l'uso. Si diceva che la pillola provocasse la cellulite, rendesse frigide e sterili. Eppure, quando arrivò sul mercato italiano, fu accolta dalle ragazze quasi come una benedizione. Perché, 'se davvero aspettare un figlio è una cosa che riguarda solo noi donne, tanto vale non far finta di nulla, aprire gli occhi e non dipendere sessualmente dagli altri'.

Oggi il mondo è diverso. Le stesse mamme portano sempre più spesso le figlie 15enni dal ginecologo. Come a dire: nel 2010, figuriamoci se questo può considerarsi ancora un problema. Ed è ormai un'appuntamento irrinunciabile per molte: una donna su tre in Europa, una su sei in Italia, non può vivere senza quel blister dalle svariate forme. Anzi, pare che chi la usi abbia rapporti sessuali più frequenti e rilassati, oltre a incorrere di meno in tumori alle ovaie e all'utero.

Infine, esistono oltre quaranta prodotti di contraccezione orale che vedono modifiche dal punto di vista degli estrogeni, che presentano più o meno progesterone, quelle mini o leggerissime. E la rivoluzione, a quanto pare, non ha voglia di fermarsi almeno per i prossimi cinquant'anni.

Photo: Ilsussidiario.net

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017