Excite

La cannabis inibisce lo sperma

La marijuana compromette nel tempo la fertilità maschile. Sono questi i risultati di uno studio effettuato da un team di ricercatori del Dipartimento di Farmacologia del Vanderbilt University Medical Center di Nashville.

L'esperimento, condotto su topi geneticamente modificati, ha dimostrato che un eccesso di anadamide, un endocannabinoide che mima gli effetti dei composti psicoattivi presenti nella marijuana (i cannabinoidi), riduce la capacità degli spermatozoi di fecondare l'ovulo.

Xiaofei Sun, a capo del team della Vanderbilt University, ha lavorato al progetto insieme a colleghi americani e giapponesi. Tra i primi risultati, la dimostrazione che gli spermatozoi, in certe condizioni, hanno difficoltà nel penetrare nella cosiddetta zona pellucida, il punto di ingresso della cellula riproduttiva maschile in quella femminile.

Evidenze sull'alterazione della fertilità in consumatori abituali di cannabis erano state già riportate in passato: alcuni anni fa, in Gran Bretagna, uno studio dimostrò che una coppia anglosassone su sei aveva problemi di fertilità e che, nel 40% dei casi, la causa era dell’uomo consumatore di marijuana che produceva sperma poco funzionale. Ora gli studiosi sono riusciti a dimostrare il meccanismo anche a livello molecolare.

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017