Excite

Il sesso migliora con gli ultrasuoni

Dicono che il Viagra sia ormai superato e noi vogliamo crederci, esplorare mondi sconosciuti. E affidarci alla nuova frontiera per prestazioni sessuali da dieci e lode: gli ultrasuoni.

Questa sembra essere l'ultima scoperta in fatto di cura delle disfunzioni erettili. La notizia è infatti frutto di uno studio israeliano condotto dai ricercatori del Rambam Medical Center di Haifa con a capo Yoram Vardi.

Il rimedio sta nel bombardare l'apparato genitale con ultrasuoni appunto che stimolano la crescita di vasi sanguigni. Ciò migliora l'irrorazione della parte e riduce i problemi di erezione. Una tecnica, per dirla tutta, leggermente datata e già utilizzata per eliminare i calcoli renali. Ma per la precisione, in questo caso le onde d'urto attivano il Fattore di Crescita Endoteliale (Vascular Endothelial Growth Factor), ovvero ciò che permette la formazione di nuovi vasi sanguigni in quelle zone delicate.

La sperimentazione ha dato buoni risultati: su 20 volontari - età media 56 anni con problemi d'erezione da almeno tre anni e già fedeli consumatori di Viagra - 15 si sono detti soddisfatti del nuovo trattamento. Addirittura hanno abbandonato i farmaci e sono stati in grado di continuare la propria vita sessuale autonomamente.

Il gruppo di ricerca ha inoltre misurato la disfunzione sessuale su una scala da 0 a 30 punti, e il punteggio dei volontari era inizialmente tra 20 e 12 punti. Dopo il trattamento, è sceso a 5 punti.

Il messaggio, allora, risulta essere uno solo: che il Viagra, dopo anni di onorata attività, vada pure in pensione.

Photo: © Corbis

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017