Excite

Il porno si ferma: attore positivo all'HIV

Sarà l'ennesima crisi per il mondo del porno. Due delle più note case di produzione di film a luci rosse, infatti, hanno sospeso in queste ore le riprese.

Stop forzato, dunque, per la Vivid Entertainment e la Wicked Pictures. Il motivo: uno degli attori di punta è risultato positivo al test dell'Hiv. Per ovvi motivi di privacy non si conoscono le generalità della star, ma a quanto pare trattasi di uno dei pazienti della Adult Industry Medical Healthcare Foundation, la fondazione che si occupa della salute delle pornostar americane e che sta cercando ora di rintracciare gli interpreti che hanno avuto uno o più contatti con l'attore.

Steven Hirsch della Vivid ha confermato: 'Stiamo monitorando la situazione. L'AIM Healthcare ha agito correttamente mettendo in quarantena tutti gli attori che potrebbero essere coinvolti in questa storia. Aspettiamo notizie certe e rassicuranti prima di riprendere la produzione dei film'.

Intanto, per ragioni di sicurezza, tutti i film saranno sospesi. Una vicenda che ricorda quella del 2004, quando una trentina di studios si fermarono temporaneamente per attendere i risultati dei test di tre attrici poi risultate sieropositive.

E il dipartimento californiano per la Sicurezza e la Salute sottolinea ancora una volta con amarezza la superficialità dei controlli sui set. Appena un mese fa, l'Aids Healthcare Foundation - gruppo statunitense per la lotta al virus dell'Hiv - aveva denunciato Larry Flynt della Hustler, accusato di violare le leggi per la sicurezza sul lavoro perché non imponeva il preservativo ai suoi attori.

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017