Excite

Il pene, gioie e dolori per lui

Non si può certo dire che l'organo genitale maschile non riceva abbastanza attenzioni. In Giappone, per esempio, c'è una festa dedicata interamente al pene, mentre in Islanda lo hanno omaggiato con un museo.

Fatto sta che oggi, mentre farmacie e profumerie dedicano intere sezioni alla bellezza, all'igiene e alla salute di lei, il maschietto non riceve lo stesso trattamento. E non c'è uomo al mondo che, almeno una volta, non ha sognato di andare oltre e di avere un pene più grande.

A tal proposito, alcuni si sono impegnati e hanno tentato la carta della chirurgia. L'allungamento del pene, per intenderci. Operazione non certo facile che spesso non dà nemmeno i risultati sperati. Per non parlare dei maschietti che hanno provato un percorso molto più macabro, come il servizio offerto dalla società LifeCell che lavora con tessuti umani prelevati da cadaveri. Insomma, basta un po' di carne attaccata qua e là, ed ecco che la circonferenza del pene aumenta grazie a un donatore di pelle che non c'è più. Degno di un film dell'horror.

Ci sono poi quelli disposti a pagare migliaia di dollari per una tecnica che permette di asportare grasso da una qualsiasi parte del proprio corpo per poi impiantarlo nell'organo genitale, o quelli che hanno tentato l'impossibile con delle iniezioni. Tecnica pericolosa e assolutamente sconsigliata.

Per i più intraprendenti, infine, oggi si può andare a lavorare anche sui testicoli. Proprio come accade a un bel paio di seni, gli uomini possono scegliere di farsi impiantare protesi al silicone di varie dimensioni per assumere un look più virile. Ma accontentarsi di come Madre Natura ci ha fatti, no eh?

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017