Excite

Il bondage? Una pratica come le altre

Chi ama indossare corbetti, bavagli, e cappucci di pelle, farsi legare e magari frustare, in una parola praticare il bondage, non è un pericoloso pervertito o un anormale, al contrario è perfettamente sano. Lo sostiene una ricerca condotta da alcuni specialisti australiani.

I ricercatori dell'università del Nuovo Galles del sud hanno dimostrato infatti che chi ricorre a pratiche di costrizione fisica per ottenere piacere sessuale non lo fa perchè ha subito dei traumi psicologici o perchè ha bisogno di una qualche terapia.

"I risultati confermano che bondage, disciplina e sadomasochismo (Bdsm) sono semplicemente un interesse sessuale o una sottocultura che attrae una minoranza" dice la prof. Juliet Richters, coordinatrice dello studio. Dunque le persone che prendono parte alle pratiche bondage mostrano di essere più felici.

"Ad esempio - prosegue la prof. - queste pratiche sono più comuni fra gay, lesbiche e bisessuali, e i partecipanti hanno più probabilità di essere avventurosi sessualmente anche in altre maniere. Ma ciò non include una tendenza maggiore ad essere infelici o ansiosi".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017