Excite

Gb, educazione sessuale negli asili

La Gran Bretagna fa un passo in avanti. Sì all'educazione sessuale negli asili. Il sesso, insomma, va spiegato anche ai bambini di cinque anni per evitare 'disastri' con la crescita.

A stabilirlo è il nuovo programma didattico che entrerà in vigore in Gran Bretagna dal settembre del 2011. Ecco allora che scuola primaria e secondaria vedranno nascere corsi di educazione sessuale affiancati a lezioni sulla droga, Aids, gravidanza e relazioni sentimentali, oltre a parlare di omosessualità e unioni civili.

La legge è legge, e anche le scuole religiose dovranno rispettare il nuovo regolamento. Tuttavia Ed Balls, ministro dell'Istruzione e delle politiche familiari, ha spiegato al Daily Telegraph che "potranno tenere lezioni sui precetti della loro fede. Le scuole sono libere di insegnare quello in cui credono, secondo i principi della loro religione, come ad esempio che i bambini non devono avere relazioni sessuali al di fuori del matrimonio, ma le scuole non possono rifiutarsi di dare insegnamenti sui contraccettivi, sull'omosessualità o sull'aborto".

Associazioni cattoliche e musulmane, come prevedibile, si oppongono alla proposta di Balls. Per Shahid Akmal, presidente del Consiglio Musulmano Britannico, "è sempre meglio che siano i genitori a parlare di sesso con i loro figli, piuttosto che le scuole sulle quali le famiglie non hanno controllo".

Ma, dati alla mano, è proprio in Inghilterrra che si registra ad esempio la più alta precentuale europea di madri-teenager. E la rivoluzione sembra essere più necessaria che mai.

Photo: Dailymail.co.uk

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017