Excite

Gay e lesbiche esclusi dalle ricerche mediche

La notizia fa il suo effetto. Sei gay o lesbica? E allora non ti considero nelle mie ricerche mediche. Anzi, per la medicina quasi non sei nessuno. Avanti il prossimo.

L'allarme arriva dal Dottor Roland Dunbrack Jr., uno degli autori di una ricerca apparsa sul New England Journal of Medicine. A quanto pare, dunque, i non etero sarebbero esclusi da alcuni studi, soprattutto quelli che riguardano impotenza e calo del desiderio.

E il medico afferma che il fenomeno è più diffuso di quanto si possa immaginare. 'Parliamo di un'esclusione che in molti casi, forse nella maggior parte, non dovrebbe proprio avere luogo'. Una vergogna. 'Se si vuole fare da parte un determinato gruppo in una ricerca, deve avvenire seguendo una logica, non certo perché una persona è gay o lesbica'.

A maggior ragione, si scopre che gli studi sul cancro, ad esempio, non dovrebbero vedere alcuna distinzione. Sembra infatti che le donne lesbiche possano svilluppare con maggiori probabilità tumori al seno (vuoi anche per il non aver figli e non vivere la fase dell'allattamento).

A ciò poi vanno ad aggiungersi una serie di effetti dovuti allo stress, quello che una persona omosessuale è costretta a vivere scontrandosi in una società che non l'accetta. Cioè sempre.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017