Excite

Firenze, no alle papere vibranti alla Coin

La pace non è neanche lì, nel Paradise Lounge, la sezione hot della Coin di Firenze, visto che un regolamento della polizia municipale vieta la vendita di alcuni sex toys.

A morte le papere. Mercoledì è infatti scattato il sequestro. Non animali in carne, piume e ossa, ma tenere creature in gomma e soprattutto vibranti. Giocattoli erotici, per essere chiari.

Guarda le foto dei sex toys sotto accusa

Un vero e proprio blitz effettuato nel punto vendita di via Calzaiuoli dopo il regolamento stabilito dall'assessore Graziano Cioni: "La vendita di articoli erotici riservati esclusivamente ai maggiorenni è ammessa solamente in esercizi commerciali che consentano la necessaria riservatezza, che abbiano l'ingresso distante almeno 200 metri da scuole, giardini, edifici destinati a luogo di culto".

Tutto è partito dalla mail ricevuta da Cioni a firma di una mamma: "Ero con la mia bambina di 13 anni a comprare biancheria intima da Coin, ci siamo ritrovate in mezzo a falli, vibratori e articoli da sexy-shop". La verifica, fatta in prima persona dall'assessore, ha effettivamente evidenziato che le paperelle incriminate del brand My-yoyo erano lì, libere e felici, insieme a lingerie di ogni tipo e altri toys spinti.

Terminata la "migrazione" forzata, la Coin ha dichiarato di "voler raccogliere tutta la documentazione necessaria per effettuare le opportune valutazioni riguardo al sequestro amministrativo di articoli in vendita e altro materiale avvenuto nel negozio di Firenze. Risulta però evidente che gli articoli sequestrati erano posizionati in un piano rialzato e differenziato rispetto alla superficie di vendita in modo da favorire l'accesso solamente alle persone interessate". Con una fondamentale precisazione: "Coin è da sempre attiva nella ricerca delle nuove tendenze, ma pone grande attenzione al rispetto della sensibilità dei propri consumatori".

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017