Excite

Eiaculazione precoce, le colpe risalgono all'adolescenza

L'eiaculazione precoce in età adulta può avere origine da errati comportamenti in adolescenza. Lo ha appurato uno studio condotto all'Ospedale San Camillo di Roma su 200 pazienti, metà con eiaculazione precoce e metà sani.

Il risultato? Coloro che si masturbavano prevalentemente in bagno da adolescenti non avevano il controllo della riflesso eiaculatorio ed avevano un tempo di latenza intravaginale inferiore ai due minuti. Coloro invece che avevano la possibilità di masturbarsi nel loro letto, senza fretta e al riparo da intrusioni, nella maggioranza dei casi era capace di controllare il riflesso e decidere il momento dell'orgasmo facendo durare il rapporto tutto il tempo necessario per appagare la propria partner.

Giuseppe La Pera, responsabile dell'ambulatorio del San Camillo specializzato su questo tema, spiega: 'Esistono dei muscoli che consentono il controllo dell'eiaculazione. Lo stimolo viene in modo naturale, ma noi lo possiamo controllare con efficacia e ritardare anche di molto. Un po' come succede quando si deve urinare. Masturbarsi in bagno, in fretta, con uno stato di ansia, impedisce che l'adolescente impari a conoscersi, a scoprire il funzionamento di questi muscoli e a imparare a rallentare l'atto. Cosa che ha modo di fare chi si tocca nel letto. Per questo da grandi si può incorrere nell'eiaculazione precoce. Tra i pazienti che ho interpellato, il 90% di chi soffre di eiaculazione precoce si masturbava in bagno, e appena il 10% nel letto'.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017