Excite

Educazione sessuale per prevenire gli abusi

Educazione sessuale sì, educazione sessuale no. Se ne sta parlando in questi giorni in Canada. Allo studio, infatti, un nuovo curriculum per la scuola primaria che preveda l'inserimento di questa materia.

Ma mentre i gruppi religiosi ortodossi si dicono fortemente contrari, i promotori dell'iniziativa, dati alla mano, illustrano le ultime statistiche. I bambini che hanno ricevuto un'appropriata educazione sessuale sono infatti quelli che scelgono l'astinenza per più lungo tempo, oltre ad essere maggiormente preparati in caso di sventurato incontro con un molestatore.

A parlarne, ad esempio, è Farzana Hassan, autrice di 'Islam, le donne e le sfide di oggi'. La scrittrice ed ex direttore di educazione religiosa presso la Congregazione Unitaria a Mississauga spiega come alle bambine musulmane, sin da piccole, venga inconsapevolmente insegnato a coprirsi per non provocare violenze sessuali o molestie.

Un programma per avvertire i figli di questi pericoli, dunque, sarebbe necessario. Altrettanto importante sarebbe far comprendere ai gruppi religiosi contrari che è meglio offrire adeguate informazioni sul sesso ai piccoli piuttosto che lasciarli in balia di sinistri personaggi.

Intanto, il nuovo programma allo studio in Canada in questi giorni prevede che i bambini dai sei anni in su imparino a conoscere le parti del proprio corpo, oltre a far capire loro la linea che divide il gesto affettuoso di un adulto da quello con ben altri scopi.

Photo: Blogs.nyu.edu

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017