Excite

È morta Marcella di Folco, simbolo delle lotte transessuali

Un nome legato a tante battaglie per conquistare rispetto ed uguaglianza nel mondo transessuale. Lei, Marcella Di Folco, si è spenta poche ore fa, alle porte di Bologna.

Nata a Roma 67 anni fa ma bolognese d'adozione, era la fondatrice e la presidente del Movimento identità delle persone transessuali e transgender (Mit). Lo scopo: ottenere una legge che autorizzasse il riconoscimento anagrafico di chi cambiava sesso, e Marcella partecipò attivamente fino all'approvazione della stessa legge nell'aprile del 1982. Presente nel film 'Amarcord' di Federico Fellini, è stata la prima transessuale a diventare consigliere comunale a Bologna. Nell'agosto 1980 poi, dopo un lungo periodo di conflitto, ecco arrivare l'operazione definitiva a Casablanca.

Il dolore oggi degli attivisti e degli amici del movimento gay, lesbico bisex e transgender è tangibile. 'Non è facile annunciare la perdita di una grande persona e non è semplice comunicare il vuoto che lascia, le parole e i discorsi hanno un loro limite, affidiamo ai pensieri, alle emozioni, ai ricordi tutto quello che è stata Marcella'. Una compagna, un'amica, una sorella e una mamma, dicono al Mit. 'La sua traccia essenziale resta indelebile nella storia della nostra associazione e del movimento tutto. Il coraggio con cui ha dedicato la sua intera vita alla dignità e ai diritti di tutte e tutti indistintamente, rende difficile l'elaborazione della sua perdita'.

Una toccante testimonianza è arrivata anche da Vladimir Luxuria: 'Sento di avere una ragione in più per continuare la mia lotta: preservare la memoria e l'eredità della sua vita tesa al riconoscimento della dignità di noi persone transgender'. Mentre per Anna Paola Concia, deputata Pd, scompare uno spirito libero. 'L'ultimo ricordo che ho di lei risale allo scorso maggio, quando il presidente Napolitano ha ricevuto al Quirinale i rappresentanti di tutte le associazioni del mondo lgbt per celebrare la giornata internazionale contro l'omofobia. Un incontro al quale ho fortemente voluto la presenza di Marcella, che si meritava di essere lì per tutto quello che ha fatto. La ricordo felice di essere lì, al posto giusto, nel momento giusto, in un'occasione storica, e sono contenta di poter conservare di lei questo ricordo tanto speciale'.

Infine, le parole di Franco Grillini, storico leader del movimento omosessuale italiano, che ha parlato della 'perdita di una cara amica con la quale ho condiviso alcuni decenni di militanza politica e di lotta per i diritti civili del movimento Lgbt. Marcella ci mancherà'.

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017