Excite

Dortmund, arriva la tassa sul piacere

L'amore a pagamento nella cittadina tedesca di Dortmund si fa sempre più caro, e non per il cliente. Ecco infatti l'ultima novità: una nuova tassa – sei euro – che le prostitute dovranno pagare a titolo di contributo alle casse del comune in piena crisi.

Per fronteggiare dunque il deficit che attanaglia Dortmund, le autorità locali hanno deciso di far sborsare alle lavoratrici del sesso un vero e proprio ticket giornaliero. Un'azione che prevede ogni anno un'entrata complessiva prevista di 750 mila euro. O almeno così si spera.

Tutto parte dal fatto che le lucciole, in Germania, esercitano il loro mestiere nel pieno della legalità nei puff, pseudo vecchi bordelli. In questo modo, il piccolo contributo quotidiano - ribattezzato 'tassa sul piacere' - farà molto comodo all’amministrazione locale. D'altronde, come ha spiegato il portavoce Michael Meinders, inizialmente circolava una proposta alternativa che avrebbe previsto il pagamento di un contributo di uno/due euro a carico di chiunque fosse entrato nel distretto a luci rosse cittadino, ma l'idea non ha avuto un grande seguito.

Dortmund però, c'è da sottolineare, non vince certo sulla creatività. A Colonia, già nel 2004, fu introdotta una tassa simile a questa che prevedeva il pagamento di 150 euro forfettari per l'esercizio della prostituzione e un contributo di sei euro, appunto, solo per le operatrici part-time. Corsi e ricorsi storici.

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017