Excite

Dongguan, la più grande città del sesso

Una roccaforte del sesso a pagamento. Si chiama Dongguan, sorge in Cina, ed una città che conta oggi 300mila prostitute, 25mila locali hard camuffati da saune, centri benessere, bar e discoteche, insieme a un fatturato elevato.

Un paradiso del sesso - nonostante la prostituzione rappresenti un reato dalla fine degli anni Quaranta - con professioniste del piacere addestrate attraverso corsi ad hoc. Tra questi, insegnamenti di recitazione, spogliarello, ballo e travestimento. Mentre i servizi offerti, circa una trentina, vanno concordati in anticipo.

Qualche esempio: per una prestazione standard - due ore con doppio amplesso su materasso ad acqua - i prezzi oscillano tra i 15 e gli 80 euro.

Le statistiche recenti raccontano una verità ben nota: il 10 per cento dei lavoratori di Dongguan, magari al posto dell'aperitivo o della pausa caffè, scelgono di frequentare una prostituta. Ci sono boss delle multinazionali, impegati e operai nelle catene di montaggio. Un giro d'affari settimanale che sfiora addirittura i settanta milioni di euro. Facile dunque capire perché le forze dell'ordine, il più delle volte, arrivino a chiudere un occhio di fronte a tanta evidenza e a salvaguardare l'economia del Paese.

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017