Excite

Cosa vogliono le donne dai porno (da "Per Lei" di Erika Lust)

Vi proponiamo due estratti tratti dal libro di Erika Lust "Per Lei. Guida al cinema erotico che piace anche alle donne", in esclusiva su Excite per gentile concessione di Lightbox (la news - acquista il libro online).

Capitolo 2. Le donne, il femminismo e la pornografia.
(clicca qui per leggere un estratto del Capitolo 3: Il porno degli Uomini)

Cosa vogliamo vedere noi donne?

Iniziamo a fare chiarezza riguardo a una delle domande che mi fanno sempre: cosa vogliono vedere le donne nel porno, per divertirsi e eccitarsi? La risposta è che vogliamo tutto. Come tutto? Sì, vogliamo tutto e non vogliamo niente! “Non capisco”, mi dicono normalmente i miei interlocutori.

Le donne vogliono romance e anche sesso spinto, uomini affettuosi e maschi che le prendano con forza, vogliono vedere genitali e non li vogliono vedere, vogliono vedere modelli belli e muscolosi e vogliono vedere ragazzi che sembrino normali, vogliono violini e vero amore e vogliono vedere sveltine con uno sconosciuto. Tra noi donne c’è altrettanta varietà che tra gli uomini. È difficile generalizzare riguardo ai gusti di metà della popolazione mondiale. Noi donne non siamo una categoria unica e monolitica. Detto questo, sembra che stiamo dando ragione agli uomini (e ad alcune donne) che dicono che non è necessario un cinema per adulti specifico per noi. Ma non è così.

Ecco cosa cerchiamo nel cinema per adulte, adatto alla donna moderna:

Siamo visive

Il primo cliché da smontare è quello secondo cui noi donne non vogliamo vedere immagini esplicite, ma solo immagini suggestive, erotiche, soavi, dove il sesso è dissimulato. Si dice in genere che non siamo così visive come sono gli uomini, e che pertanto vedere il sesso non ci eccita così facilmente come eccita loro. Questo mito è FALSO. Parlando qualche tempo fa con i dirigenti di Hustler a Los Angeles, mi confessavano che il 50% delle vendite del loro megastore Hustler Hollywood in Sunset Boulevard è per il pubblico femminile. E tra i membri di siti Internet come Suicide Girls, o I Feel Myself, o Beautiful Agony… c’è un’elevata percentuale di donne. Certo che vogliamo vedere sesso. A molti uomini questo spaventa, ma devono abituarsi all’idea che se loro possono masturbarsi davanti al computer o alla tivù, o con una rivista, noi donne possiamo fare lo stesso.

Non dateci solo fiori, caminetti, candele o storie d’amore alla Danielle Steele. Vogliamo vedere sesso esplicito, ma vogliamo anche stabilire come dev’essere fatto.

I valori del nostro cinema

Vogliamo che il cinema per adulte ci mostri donne reali e ci parli della loro sessualità, e non vogliamo essere dipinte come oggetti passivi o vittime, ma come soggetti attivi, capaci di dare piacere e di riceverlo. Vogliamo vedere altre donne che godono.

Non vogliamo vedere il tipico uomo misterioso, forte, indipendente e in contatto con se stesso che aiuta una donna sensibile, dipendente e senza nessun contatto con il proprio corpo né con la propria sessualità a scoprire tutto un mondo di sensazioni. Questo tizio che scopre il mondo per noi, e senza il quale siamo perdute, mi fa particolarmente innervosire. E quello che mi infastidisce di più è quando l’attore che interpreta quel ruolo è anche il regista e il produttore del film, il che, credetemi, non è una cosa così rara.

Che uomini vogliamo vedere? Vogliamo vedere uomini moderni, che condividano i nostri valori, che rispettino le donne, uomini che ci risultino attraenti. Non è necessario che siano principi azzurri. È risaputo che noi donne possiamo essere colpite da uomini che non sono attraenti a prima vista, e apprezzarne valori non esclusivamente estetici, come la personalità o lo spirito. E, a volte, possiamo persino voler vedere due uomini insieme.

Nel corso della mia carriera ho discusso con molte donne dei nostri gusti in fatto di uomini e, per quanto non si possa generalizzare, quel che è certo è che a molte di noi il classico eroe del mondo della pornografia — l’uomo forte, maschilista, superscopatore, con un supercazzo —, tipo Rocco Siffredi o Nacho Vidal, non ci fa impazzire. Il loro trionfo nel mondo del porno dipende dal fatto che altri uomini meno muscolosi e meno dotati di loro si eccitano a vederli esibirsi in prodezze tipo Nacho sfonda culi a Praga o Rocco e le ventitré ragazze bollenti. E poi, quelle di voi che hanno visto qualche gonzo di queste superstar maschili sapranno bene che di solito le donne vengono praticamente costrette fino al limite, e questo — continuerò a ripeterlo fino alla nausea — generalmente non ci eccita affatto!

Prosegui leggendo un estratto del Capitolo 3: Il porno degli Uomini

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017