Excite

Bahrein, aperto il primo sex shop

Vero, verissimo. Spuntano come funghi i sexy shop. Anche in Bahrein dove c'è un esemplare raro, Darkhadija, gestito da una donna che indossa il velo.

L'idea è nata alla proprietaria appunto, Khadija Ahmed, dopo aver lavorato per lungo tempo a un sito internet per la vendita per corrispondenza. Adesso lo shop è diventato realtà nella cittadina di Manama, con un compito ben preciso: aiutare le coppie sposate in crisi di creatività.

Khadija ha le idee chiare: 'Perché i coniugi vanno a cercare altrove le cose di cui hanno bisogno? Perché si instaura la routine. Per questo il mio negozio vuole rendere un servizio alle coppie sposate (e soltanto a quelle) facendo sì che la loro vita sessuale sia più eccitante'.

In effetti 'non c'è nulla nell'Islam che vieti il piacere sessuale'. E allora via libera a lingerie sexy, sex toys, creme e prodotti di ogni genere. Tanto una certezza c'è: 'Tratto solo con adulti dei due sessi e le donne sono in costante aumento. Se si presentano curiosi e adolescenti non esito a mandarli via'.

E non manca anche la cronaca, quella più vera, nell'intera vicenda. La proprietaria 32enne, qualche giorno fa, è apparsa davanti al giudice penale dopo essere stata accusata di avere insultato un agente doganale che non le permetteva di importare alcuni dei suoi prodotti. Le parole di lei? 'So di non fare del male a nessuno. Il Bahrein dovrebbe essere fiero di avere una donna come me'.

Photo: Business.maktoob.com

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017