Excite

A Vicenza le prostitute sono low cost

C'erano una volta, e ci sono ancora, gli aerei low cost. Oggi però esistono anche le prostitute low cost e il senso è sempre quello: pagare di meno per avere lo stesso servizio.

Il mercato del sesso, dunque, si adegua alla crisi economia, tanto che questa volta tocca alle lucciole di Vicenza mettere in atto prezzi economici pur di attirare la clientela. Secondo gli ultimi controlli compiuti dalle forze dell'ordine, nella zona di Ponte Alto ad esempio battono il marciapiede delle africane che chiedono in media 10/15 euro per un rapporto sessuale.

La ragione sta ovviamente nella necessità di guadagnare, dato il calo vertiginoso di clienti che, un tempo, popolavano la strada del sesso ovvero la regionale 11 dal centro di Vicenza fino a Creazzo, Tavernelle, Alte di Montecchio e Montebello.

A chi è rivolto il prezzo scontato? A tutti, anche se gli immigrati sembrerebbero i più interessati. Parliamo di stranieri in regola con il permesso di soggiorno che risiedono in provincia e, spesso e volentieri, raggiungono la Vicenza by night in treno.

Già qualche mese fa, comunque, la zona era stata protagonista di vicende surreali, come quella accaduta davanti al residence Campiello di viale S. Lazzaro. In pausa pranzo e alla luce del sole, le prostitute scendevano per strada e aspettavano i clienti per trattamenti dalle 13.30 alle 15. Un sorta di caffè e ammazzacaffè a modo loro.

sexcity-blog.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017